Officina

NetMediaEurope Italia

« April 2008 | Main | June 2008 »

Excel, ordinare i dati in due mosse

Abbiamo già visto in un precedente post come facilitare la lettura di dati all'interno di fogli di lavoro di Excel utilizzando i filtri. Ora vediamo invece come ordinare i record.

Per prima cosa selezioniamo tutte le celle nella nostra tabella, incluse le intestazioni delle colonne. In questo caso abbiamo un elenco di nominativi, per ciascuno dei quali possiamo sapere l'ammontare di punti accumulati e la data di iscrizione ad un ipotetico concorso. Portiamoci nella sezione Dati, quindi clicchiamo sull'icona Ordina. Si apre la relativa finestra di dialogo.

Img1

Da qui possiamo scegliere i criteri con cui ordinare i nostri dati. E' importante verificare che sia abilitata la casella di controllo Dati con intestazioni: in questo modo la prima riga di ogni colonna sarà considerata come intestazione e non ordinata insieme alle altre. In questo caso vogliamo vedere i partecipanti al concorso in base ai punti accumulati, dal più alto al più basso.
Nella prima casella dovrà quindi essere visualizzata l'intestazione di colonna PUNTI; nella seconda casella il tipo di dato da ordinare, in questo caso Valori, Infine il criterio, ovvero Dal più grande al più piccolo. Confermiamo quindi con OK.

Img2


I nominativi sono stati correttamente organizzati in ordine decrescente in base al numero di punti accumulati. Proviamo ora a selezionare solo la colonna relativa al COGNOME e ad aprire nuovamente la finestra Ordina. Il programma sa che esitono altre informazioni correlate al cognome (nome, punti e iscrizione) pertanto prima di procedere ci chiede se vogliamo estendere la selezione a tutte le colonne. Nel caso volessimo continuare con la selezione corrente, solo i cognomi verrebbero riordinati, creando quindi una grande confusione! Ricordiamoci quindi di verificare che tutte le colonne siano state selezionate prima di procedere con un ordinamento.

Img3


Sulla barra degli strumenti, nel gruppo Ordina e filtra troviamo due icone che raffigurano una A, una Z ed una freccia verso il basso. Si tratta dei comandi per ordinare automaticamente i record selezionati in modo crescente o decrescente. Selezioniamo tutte le colonne e clicchiamo sulla prima icona (Ordina dalla A alla Z). Questo comando pone in ordine crescente (o alfabetico se si tratta, come in questo caso, di campi testuali e non numerici) tutti i record selezionati, in base ai valori della prima colonna disponibile.

Img4

Rimane il tempo per una  curiosità: apriamo nuovamente la finestra Ordinar e proviamo a selezionare, nella prima casella (Ordina per) ISCRIZIONE. Il programa riconosce che il contenuto della colonna sono date e modifica automaticamente il criterio nell'ultima casella del criterio di ordinamento, visualizzando infatti Dal meno recente al più recente.

Img5


Alessandro Bosco

Inserito il 23 di May 2008 in Excel
Permalink | Comments (0) | TrackBack
Technorati Tags: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Powerpoint, animazioni su misura per tutti

Le animazioni sono il cuore di Powerpoint. Ce ne sono molte predefinite, ma volendo se ne possono creare anche di personali.

Abbiamo predisposto sull’area di lavoro della seconda diapositiva alcuni elementi, immagini e testi, che sono fermi esattamente nel punto in cui li abbiamo inseriti. Powerpoint è però spesso utilizzato per presentazioni che devono cercare di tenere alta l’attenzione degli spettatori ed uno dei modi migliori e senza dubbio  quello di “animare” un po’ la scena. Vediamo alcuni esempi.

Selezioniamo ad esempio la scritta Officina. Facciamo click sul menu Animazioni per visualizzare i relativi comandi nella barra degli strumenti. Tra questi selezioniamo Animazione personalizzata e vediamo aprirsi, sul lato destro della finestra, una nuova area: si tratta del riquadro Attività animazione personalizzata che permette di scegliere e personalizzare le animazioni per ciascun elemento della presentazione. Per iniziare dobbiamo cliccare sul pulsante Aggiungi effetto. Si apre un menu con tutte le varie tipologie di animazione, Entrata, Enfasi, Uscita e Percorsi animazione. In questo caso posizioniamoci su Enfasi e selezioniamo Rotazione.
Animazioniconpowerpoint0

Il riquadro Attività animazione personalizzata si popola di nuove voci: nel campo Inizia si può specificare se l’animazione (in questo caso la rotazione della scritta Officina) deve partire quando si clicca con il mouse, in contemporanea con l’animazione precedente o immediatamente dopo. In questo caso impostiamo Con precedente. Il secondo campo permette di definire la direzione e l’ampiezza della rotazione dell’elemento selezionato. Nel terzo campo disponibile selezioniamo Molto veloce. Possiamo in qualsiasi momento avere un’anteprima dell’effetto appena applicato cliccando sul pulsante Riproduci che si trova nella parte inferiore del riquadro Attività animazione personalizzata, oppure premendo il tasto F5 sulla tastiera per avviare la presentazione.

Animazioniconpowerpoint1

Passiamo ora ad un altro elemento: selezioniamo l’immagine al centro della diapositiva e clicchiamo ancora una volta il pulsante Aggiungi effetto, quindi dal sottomenu Entrata scegliamo Altri effetti. Si apre una nuova finestra che raggruppa tutti gli effetti applicabili all’ingresso dell’elemento selezionato sulla scena. Possiamo provarne qualcuno grazie all’anteprima in tempo reale e scegliere quello che ci piace di più. In questo caso selezioniamo Rimbalzo dal gruppo Divertenti e confermiamo con OK. Anche in questo caso possiamo decidere quando l’animazione deve essere avviata: stavolta lasciamo l’impostazione Al clic del mouse e la velocità Media.

Animazioniconpowerpoint2

Selezioniamo l’altro testo Il blog per smontare…. Dal gruppo di effetti di Entrata scegliamo Macchina da scrivere e applichiamolo con un clic su OK. Le opzioni del riquadro Attività animazione personalizzata permettono di impostare ovviamente la modalità di avvio dell’animazione e la velocità con cui appaiono le singole lettere. Nel campo Inizia scegliamo Dopo precedente. Possiamo notare come ogni elemento “animato” sull’area di lavoro sia accompagnato da un numero: si tratta dell’ordine con cui verranno eseguite le animazioni durante la riproduzione della presentazione. E’ possibile modificare questo ordine con i pulsanti Riordina disponibili nel riquadro Attività.

Animazioniconpowerpoint3

Non ci resta che applicare un’animazione all’ultimo elemento grafico presente nella diapositiva. Selezioniamo il logo e spostiamolo al di fuori dell’area di lavoro attiva (nell’area grigia per intenderci). Ora  dal menu contestuale al pulsante Aggiungi effetto posizioniamoci su Percorsi animazione, quindi su Disegna percorso personalizzato e facciamo click su Curva. A questo punto possiamo procedere disegnando, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, il percorso che l’oggetto selezionato dovrà seguire durante l’animazione. Un doppio click conclude l’operazione e avvia l’anteprima dell’animazione. Anche in questo caso possiamo variare la velocità del movimento con l’apposita opzione nel riquadro Attività animazione personalizzata e la modalità di avvio.

Animazioniconpowerpoint4_2

Le animazioni che abbiamo scelto sono solo una minima parte di quelle disponibili in Powerpoint: a seconda delle esigenze e del ritmo che si vuole dare alla propria presentazione, si potranno certamente trovare quelle più adatte. Provare non costa nulla!

Alessandro Bosco

Inserito il 7 di May 2008 in PowerPoint
Permalink | Comments (0) | TrackBack
Technorati Tags: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post